Campionato Regionale rally Acisport: tra mille sorprese il Città di Modena è di Rossi-Zanella

modenasport_finale
A Senna e Zaffani la “Sport Città di Modena”
13 giugno 2017
Rossi-Zanella Modena 2017 - foto Dino Benassi

Quattro leader diversi in una gara ricca di colpi di scena: alla fine la spuntano Il pilota locale, al primo hurrà in carriera, ed il navigatore trevigiano (Ford Fiesta – classe R5), i quali piegano in volata i reggiani Tosi-Del Barba (Renault Clio – R3C); a podio anche l’altro modenese Alex Beggi ed il toscano Filippo Alicervi (Renault Clio S1600). Dopo due gare, le classifiche del campionato restano ancora molto ‘corte’.

MARANELLO (MO) – Imprevedibile e mai scontato. Il Rally Città di Modena si è confermato competizione ad alto tasso di difficoltà, riservando a concorrenti ed appassionati un andamento tutt’altro che scontato. Con tutti i favorti della vigilia fuori gara o attardati, le posizioni nobili della classifica hanno così premiato gli outsider e messo in evidenza le splendide prestazioni di diversi equiaggi (tra i quali i due Under 25 classificatisi nei primi dieci).

LA GARA

La vittoria della prima speciale sembra spianare la strada a Vellani-Amadori (Peugeot 208-R5), ma problemi alla frizione costringono l’equipaggio più accreditato al successo allo stop (Vellani ripartirà, gravato da una penalità di 6’, la domenica mattina, finendo però la sua gara con un’uscita di strada). Primato quindi ereditato dall’altro equipaggio reggiano-modenese composto da D’Arcio-Gozzo (Ford Fiesta-R5), ma anche in questo caso i sogni di gloria svaniscono presto: nel corso della terza speciale, il pilota di Casalgrande commette un errore che lo costringe alla resa. Il sabato sera, così, le ostilità si chiudono con Milioli-Maletti leader con la loro Peugeot 208 (classe R5). Il pilota di Sassuolo e la navigatrice di Scandiano, pur all’esordio su questo tipo di vettura, tengono un buonissimo passo ed allungano con sicurezza sino a quando incappano (come altri equipaggi) in una foratura nei chiloemtri iniziali della terz’ultima prova: i minuti persi per sostituire il pneumatico li cacciano oltre la top-10 (finiranno tredicesimi) e consegnano le chiavi della corsa a Rossi-Zanella. Questi ultimi si aggiudicano il successo nelle ultime tre prove speciali, ricacciando gli assalti finali degli indomiti Tosi-Del Barba, in gara su una meno competitiva Renault Clio due ruote motrici.

Se non stupisce vedere Tosi-Del Barba sul podio, sorprende la bellissima gara di Beggi-Alicervi: il giovane pilota locale – a lui il successo tra gli Under 25 davanti a Grani – firma una gara di altissimo livello, confermando le ottime impressioni destate nelle poche gare sinora disputate. Molto bene anche i due piloti geminiani Paolo Zanni ed Omar Balugani, quarto e quinto sulle gemelle Renault Clio Williams (A7) al fianco rispettivamente di Maurizio Casari e Matteo Malvolti; la sesta posizione è per gli altri locali Cappi-Scorcioni, vincitori di classe N4 con la loro Mitsubishi Evo X anche grazie al ko finale di Dondi-Bedoni (Mitsubishi Evo IX).

Eccellente il settimo posti del 23enne maranellese Lorenzo Grani e della coetanea garfagnina Chiara Lombardi, sempre velocissimi su una Peugeot 106 (A6). Dietro di loro, i modenesi Massimo Turrini-Bucciarelli (Citroen C2) ed i reggiani Giorgini-Prete (Peugeot 208), che si giocano il primato in R2B finendo staccati di appena 1”2. Ottimo decimo assoluto – con successo di classe N3 – Pier Verbilli, al rientro dopo lunga inattività e affiancato sulla Renault Clio da Andrea Albertini, con il quale aveva vinto due edizioni del rally nel 1995 e ’99. Poco staccati, il sassolese Alan Gualandi ed il sampolese Stefano Palù, brillanti secondi di classe alle spalle dello stesso Verbilli. Pollice su anche per i reggiani Ravazzini-Sforacchi (Citroen Saxo), autoritari vincitori di N2 e quattordicesimi assoluti.

Masticano amaro, oltre agli equipaggi già citati, tre tra gli equipaggi locali più attesi: Fabio Zanotti-Giuseppe Bernardi, appiedati da noie al cambio della loro Renault Clio quando erano in zona podio in classe N3; Christian Bernardi-Costi (Peugeot 208), la cui corsa per le posizioni che contano in R2B è stata fermata da un’uscita di strada a metà gara; delusione anche per Stefano Turrini-Aldini, addirittura dodicesimi dopo le prove del sabato, prima d’iniziare ad accusare problemi alla loro Citroen Saxo Racing Start classe RS1.6 Plus.

LE CLASSIFICHE DOPO DUE GARE

Le disavventure modenesi hanno vanificato le velleità di fuga in classifica assoluta di Roberto Vellani il quale, per contro, si vede superato nella classifica di raggruppamento S2000/R4/R5 dallo stesso Rossi. Dopo i rally di Romagna e di Modena, quindi, quasi tutte le classifiche restano decisamente corte ed incerte, con solo il rubierese Aldo Fontani ed il sassolese Alberto Pettorelli capaci di prendere il largo nel raggruppamento A0/A5.

La classifica assoluta vede dunque Vellani-Cangini (Peugeot 208 – classe R5) affiancati in vetta da Rossi-Zanella (Ford Fiesta – R5) a quota 9 punti. Seguono con 6 punti Pisi-Conti (Peugeot 207 – S2000) e Tosi-Del Barba (Renault Clio – R3C), mentre a 4 troviamo Fabrizio Jr Andolfi-Mangiarotti (Abarth 124 – RGT) e Beggi-Alicervi (Renault Clio – S1600); con 3 punti ecco Penserini-Romei (Renault Clio – S1600) e Zanni-Casari ((Renault Clio – A7), mentre 2 punti li annoverano Lessi-Billi (Renault Clio – S1600) e Balugani-Malvolti (Renault Clio – A7); chiudono la classifica, con 1 punto, Brusori-Carrugi (Peugeot 306 Maxi – K11) e Cappi-Scorcioni (Mitsubishi Evo X – N4).

Questi, invece, i leader di classe. Classe N2: Tonino Di Marco-Alessandro Di Marco (Peugeot 106) e Ravazzini-Sforacchi (Citroen Saxo VTS), punti 9. Classe N3: Mauro Arati-Elisa Corradi (Renault Clio) e Verbilli-Albertini (Renault Clio), 9 punti. Classe N4: Cappi-Scorcioni (Mitsubishi Evo X), 9 punti. Raggruppamento A0/A5: Fontani-Pettorelli (MG ZR 105), 18 punti. Raggruppamento S1600/A7: Penserini-Romei (Renault Clio – S1600) e Zanni-Casari (Renault Clio – A7), 9 punti. Raggruppamento R2/A6/K10: Montanari-Costi (Peugeot 208 – R2B) e Grani-Lombardi (Peugeot 106 – A6), 9 punti. Raggruppamento R3: Tumolo-Tripi (Renault Clio) e Tosi-Del Barba (Renault Clio), 4,5 punti. Raggruppamento S2000/R5/R4: Rossi-Zanella (Ford Fiesta – R5), 13 punti. Raggruppamento A8/K11; Brusori-Carrugi (Peugeot 306 Maxi – K11), punti 4,5. Raggruppamento Racing Start: Valentini-Bellini (Citroen C2 – RS1.6), 4,5 punti Classifica Femminile: Tumolo- Tripi (Renault Clio) punti 9; Classifica Under 25: Pancotti-Cardinali (Renault Clio – A7) e Beggi-Alicervi (Renault Clio – S1600), punti 9. Le classifiche complete sono consultabili a questo link: http://www.rallysmo.it/campionato-regionale/quinta-zona.html.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *